L’apartheid in Italia: 15 febbraio 2022

Francia in rivolta

Il 15 febbraio 2022 verrà ricordato come il giorno più vergognoso della storia della Repubblica Italiana perché è la data in cui ufficialmente milioni di persone sono state private del lavoro e di conseguenza dei loro mezzi di sussistenza. 

E’ la data che conferma l’apartheid nel nostro paese. E il mondo se ne è accorto!!!!

Nessuno avrebbe mai immaginato che dopo l’esperienza del fascismo si potesse ritornare in breve tempo a relegare intere famiglie ai margini della società solo perché SANE e perchè hanno scelto di essere CAUTE nel prestare il proprio corpo a sperimentazioni pericolose di cui non si conoscono gli effetti sulla salute. 

Il diritto alla vita non è più un principio inalienabile del cittadino italiano che viene privato della sua dignità e della sicurezza della propria persona. 

La libertà di scelta non è più una facoltà consacrata dalle norme del vivere civile in Italia. 

Il lavoro non è più un diritto sancito dal primo articolo della

Costituzione Italiana. 

La Costituzione italiana, ahimè, questo prezioso documento scritto con il sangue ed i sacrifici dei padri costituenti, tanto declamata in tutto il mondo come una delle migliori, è oggi calpestata vilmente sotto gli occhi di tutti coloro che restano inermi a guardare, increduli che ciò possa avvenire nella più totale indifferenza di un popolo totalmente assoggettato.

E il mondo intero che pure ha i propri gravi problemi da affrontare civilmente, resta sbigottito davanti a tanta miseria, tanta impotenza e tanta viltà.

E’ iniziato tutto con una pandemia le cui origini sono ancora avvolte nel mistero per coloro che hanno la vista annebbiata. La paura, la segregazione durante i lockdown dichiarati da interi paesi avvolti in una spirale maligna, il distanziamento forzato, l’allontanamento dagli affetti più cari, hanno alterato la cognizione di buona parte della popolazione italiana che ancora oggi guarda, critica e condanna i gruppi di cittadini che si battono per la tutela ed il rispetto dei diritti umani, improvvisamente dimenticati, oltraggiati e scherniti. 

Repubblica Democratica fondata sul lavoro

Milioni di onesti cittadini da oggi, 15 febbraio 2022, non hanno più il diritto al lavoro di cui sono stati vigliaccamente privati e devono dunque vivere senza un supporto economico che è fondamentale per la sopravvivenza.
Una sicura condanna a morte che neppure quelle persone che si sono macchiate di infami delitti devono subire in questo paese. 

Eppure questi onesti cittadini che hanno a cuore il bene di se stessi e della comunità, restando integri ed in salute, hanno pagato tasse esose per mantenere uno stato che concede apparenti servizi solo ad una parte della popolazione, quella che si é piegata, e che è ancora convinta di avere dei privilegi, dimenticando che

i diritti non sono concessioni che si acquistano prestando il proprio corpo.

Milioni di cittadini hanno dovuto rinunciare all’utilizzo dei mezzi pubblici che essi hanno pagato con le proprie tasse; milioni di bambini hanno dovuto rinunciare alla scuola pubblica e al diritto allo sport; milioni di onesti cittadini hanno dovuto rinunciare alla sanità pubblica pur avendola pagata cara e amara per consentire a chi sfrutta la pandemia di arricchirsi a dismisura. Milioni di onesti cittadini non possono più accedere a negozi, ai servizi pubblici sensa dover mostrare un abominevole tessera che i nostri avi hanno fatto di tutto per cancellare persino dalla memoria.
Eppure c’è chi ancora oggi, di fronte all’evidenza più acclarata, nega che i tempi siano assai bui come quelli del più nero fascismo. 

Ebbene il tempo non ha mai pietà e non si sbaglia mai quando mette gli increduli di fronte allo specchio della realtà.

Amaro sarà lo sguardo di chi capirà troppo tardi la verità.

Il 15 febbraio 2022 verrà ricordato come il giorno nero della Repubblica Italiana e ci saranno i soliti conformisti, ipocriti e falsi buonisti a mettere i fiori sulle tombe di chi si suicida per non soccombere, di chi si da fuoco per attirare l’attenzione sul dramma sociale che milioni di persone stanno vivendo in questo momento in Italia.

Ma il 15 febbraio 2022 è anche il giorno in cui lunghe carovane di onesti cittadini si sono messe in moto per portare la verità alla luce del sole.

Il mondo intero piange per i soprusi e le vessazioni a cui sono soggetti milioni di onesti cittadini italiani che si uniscono in un unico coro di rivolta a tutti gli altri cittadini del mondo che lottano per gli stessi diritti nella speranza che qualcuno accorra in loro aiuto.

15/2/2022 © Dr Maria Sannino

Informazioni su Dr Maria Sannino

Sono una Guida Turistica, Accompagnatore Turistico ed Interprete Turistico abilitata presso la Regione Campania nelle seguenti lingue: Giapponese, Inglese, Italiano, Spagnolo, Francese e Tedesco. Conduco visite guidate nell'intera regione Campania ed insieme possiamo visitare i luoghi più famosi ma anche quelli più reconditi, e andare alla scoperta di una regione che non smette mai di meravigliare chiunque la visiti. Mi piace in modo particolare l'archeologia ma mi appassionano anche l'arte, sacra o profana, le tradizioni, le bellezze naturalistiche e ovviamente tutte le belle storie e leggende di questa splendida terra, nonché i suoi mille misteri.
Questa voce è stata pubblicata in Visite guidate. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...